I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Oasi del Mincio

PREPARARSI AL CALDO CON DELLA STRACCIATELLA FRESCA

È quasi estate, il caldo inizia a farsi sentire e non c'è niente di meglio che un buon pasto che trasmetta freschezza per rendere la giornata migliore. La stracciatella prodotta da Oasi del Mincio è esattamente ciò che può rendere quel pasto perfetto. La nostra stracciatella è infatti un prodotto freschissimo con un sapore delicato, si scioglie in bocca e lascia senza dubbio un sorriso di soddisfazione.

 

Storia e origine della Stracciatella

La nascita della stracciatella è da attribuire ai primi anni del 1900, periodo storico in cui la popolazione contadina pugliese, a causa di una forte crisi economica interna, voleva riutilizzare tutti i prodotti avanzati durante la lavorazione casearia.

In particolare durante la preparazione della burrata si decise di mescolare i residui della lavorazione della pasta filata con la panna, in modo da ottenere un formaggio cremoso ed estremamente gustoso, oggi molto amato in tutto il mondo.

Qualità

Oasi del Mincio è un punto di riferimento nel nord Italia per la fornitura di formaggi freschi tra cui la stracciatella ed il motivo è proprio la qualità. Più la mozzarella e la panna sono fresche più la stracciatella è buona, quindi usiamo solo il meglio per creare un prodotto eccezionale da gustare sia da solo che in qualche delicata ricetta.

Ricetta a base di stracciatella

Se si vuole abbinare la stracciatella di bufala o di mucca in un piatto fresco ecco di seguito una ricetta estiva da gustare soli o in compagnia.

Ingredienti

  • 10 pomodorini gialli
  • 4 rametti di timo limone
  • Un cucchiaino da thé di succo di limone
  • 8 foglie di basilico
  • Una manciata di insalatina composta da spinacino e insalatina verde
  • 2 fette di pane pugliese da bruschette
  • una vaschetta di stracciatella fresca

Preparazione

  1. Tagliate due fette di pane pugliese e mettetele da parte.
  2. Lavate le verdure; tagliate in 4 i pomodorini e conditeli con olio, timo limone e basilico tritati tenendo da parte 4 foglie di basilico possibilmente grandi uguali. Regolate di sale e se vi piace un pó di pepe rosa tritato. Mescolate con le mani e lasciate insaporire per una mezz’ora.
  3. Tirate fuori da dal frigo la stracciatella con largo anticipo in modo che vada a temperatura ambiente.
  4. Condite l’insalatina con olio, il succo di limone, sale e pepe. Mescolate bene con le mani.
  5. Mettete il pane ad abbrustolire per bene.
  6. cospargete il pane con il sugo dei pomodorini e per guarnite con i pomodorini la stracciatella e l'insalata, finite con due foglie di basilico e con un filo di olio e pepe rosa tritato.
  7. Servite tiepido così la stracciatella si scioglie un pó e diventa ancora più cremosa.

Ultime news

  • Quando arriva l’estate è sempre difficile trovare un piatto che possa soddisfare tutta la famiglia. E’ indispensabile, quando arriva il caldo, ricercare un piatto sano, fresco e che sia saziante. La sfoglia di mozzarella può essere di grande aiuto in cucina!

  • Se siete degli amanti della carne e dei piatti tipicamente invernali, nel menù della domenica o delle feste non può mancare in tavola lo stinco di maiale. Questo taglio di carne è considerato meno nobile, non è meno gustoso di altri....anzi! 

  • La provola è un formaggio a pasta filata e morbida, prodotto con latte di vacca intero pastorizzato che possiamo facilmente reperire anche nella variante affumicata. Si presenta nella caratteristica forma a pera, con una crosta liscia, di colore giallo brunato; le forme hanno diverse dimensioni, solitamente hanno un peso di 300gr. 

  • Tenera e prelibata, la carne di vitello ha molteplici proprietà e si presta a diverse preparazioni culinarie. Spesso però, la disinformazione regna sovrana e la carne di vitello viene spesso, purtroppo, considerata una carne poco sana. Come viene ottenuta questa carne, in un certo senso "diversa" da quella appartenete alle altre categorie?

  • La bistecca alla tartara ( conosciuta anche come carne alla tartara o più semplicemente tartare) è un piatto a base di carne bovina o equina macinata o finemente tritata e consumata cruda.

  • Il tomino, localmente detto "tumin" cioè piccolo formaggio, è un formaggio tipico piemontese prodotto con latte misto : vaccino-caprino, vaccino-ovino o ovino caprino. 

  • Da un recente sondaggio è emerso che il 29% della popolazione l'anno scorso ha ridotto il consumo di carne, il 9% della popolazione l'ha ridotta drasticamente e/o sta pensando di eliminarla. Ma, nonostante le etnie e i periodi postivi alteranti a momenti di crisi la carne, rimane un alimento indispensabile in una deita equilibrata e controllata grazie alle sue caratteristiche nutrizionali.

  • Gli storici concordano nel riportare alla fine del paleolitico il passaggio dell'uomo primitivo dalla vita nomade a quella sedentaria determinato dalla scoperta della possibilità di coltivare piante e di allevare gli animali utili al sostentamento. Questa scoperta, ha dato anche l'avvio alla prima produzione di formaggio, nata dalla necessità di conservare le risorse deperibili del latte.

Leggi